Studio Legale di Casaconsumproprietà Campania

Studio Legale di Casaconsumproprietà Campania - AVVOCATI DEI DIRITTI

STUDIO LEGALE DI CASACONSUMPROPRIETA' CAMPANIA

DIRITTO IMMOBILIARE - DIRITTO CONDOMINIALE - DIRITTO DEI CONSUMATORI  

 

 CASACONSUMPROPRIETA' CAMPANIA ha fondato lo Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI specializzato in diritto immobiliare, diritto condominiale e diritto dei consumatori con sedi a Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno, che si propone di perseguire una più efficace tutela dei diritti dei proprietari immobiliari, dei consumatori e delle imprese.

Lo Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI si propone di :

  • creare una rete di professionisti sul territorio della Campania che utilizzano i medesimi segni distintivi, le tecnologie informatiche e che mantengono la piena autonomia gestionale e finanziaria;
  • promuovere la formazione professionale degli avvocati aderenti, di concerto con gli organi istituzionali, politici e di categoria;
  • incentivare la sensibilizzazione sociale alle tematiche legate ai valori della giustizia e legalità;
  • valorizzare il ruolo politico degli avvocati costruendo un Movimento Forense di Cittadinanza Umanitaria Attiva ai sensi della Legge Regionale della Regione Campania n.12 del 1 luglio 2011. 

Lo Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI si propone di :

  • favorire lo studio, lo sviluppo e la diffusione del diritto immobiliare, diritto condominiale  e diritto dei consumatori e di promuovere lo scambio di idee e di informazioni per agevolare una più stretta collaborazione tra tutti gli operatori del diritto che si dedicano allo studio ed alla pratica di tali discipline;
  • organizzare conferenze ed incontri per agevolare il dibattito, la discussione e la divulgazione dell’informazione in materia, anche in collaborazione con università, scuole di specializzazione, ordini professionali, associazioni di proprietari immobiliari, associazioni di consumatori, di professionisti e di imprese, camere di commercio, istituti di ricerca, organismi istituzionali a livello locale, nazionale ed internazionale ed altri enti ed organismi;
  • curare la formazione professionale degli avvocati, anche in collaborazione con i soggetti di cui al precedente punto d), e promuovere corsi e seminari sul diritto immobiliare, diritto condominiale e diritto dei consumatori;
  • valorizzare il ruolo professionale e politico che gli avvocati possono ricoprire all’interno della società per il raggiungimento del bene collettivo attraverso la tutela dei diritti umani, sociali e politici, in particolare garantendo il rispetto dei diritti dei consumatori, degli utenti e dei fruitori di qualsiasi servizio pubblico o privato;
  • promuovere l’attuazione del principio di sussidiarietà orizzontale che è prioritariamente diretta al miglioramento del livello dei servizi, al superamento delle disuguaglianze economiche e sociali e alla promozione della cittadinanza umanitaria attiva, intesa come effettiva partecipazione dei cittadini alla organizzazione solidale della comunità, prendendo attivo interesse al bene civico, culturale e morale della stessa comunità e favorendo la collaborazione dei cittadini e delle formazioni sociali, secondo la loro specificità, alla amministrazione paritetica della cosa pubblica, per la valorizzazione della persona e dello sviluppo solidale della comunità; 
  • perseguire la tutela dei diritti attraverso: gli strumenti di tutela giudiziaria o stragiudiziale, il ricorso a forme alternative (ADR) e l’utilizzazione di qualsiasi strumento di tutela sociale;
  • promuovere - di concerto con gli organi istituzionali politici e di categoria e le associazioni professionali- la partecipazione dei propri aderenti alle problematiche afferenti l’esercizio della funzione giurisdizionale, individuando nuove modalità di soluzione dei problemi e di interlocuzione tra le parti;
  • favorire il dibattito sulle tematiche della Giustizia e sul ruolo dell’avvocato in tale ambito;
  • coinvolgere le istituzioni pubbliche e private alla partecipazione ad iniziative aventi carattere di solidarietà e tutela sociale;
  • promuovere la pubblicazione di libri, riviste ed articoli aventi ad oggetto le finalità sopra indicate;
  • instaurare un fattivo e permanente confronto con il mondo accademico e della ricerca scientifica sui temi della tutela sociale e giurisdizionale dei diritti. 

Gli scopi

Gli scopi - AVVOCATI DEI DIRITTI

 STUDIO LEGALE DI CASACONSUMPROPRIETA' CAMPANIA

DIRITTO IMMOBILIARE - DIRITTO CONDOMINIALE - DIRITTO DEI CONSUMATORI  

 

Lo Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI è un network professionale di studi legali specializzati in diritto immobiliare, diritto condominiale e diritto dei consumatori con sedi a Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno che ha come scopi quelli di:

  1.  introdurre un nuovo modo di lavoro per ogni singolo legale o studio legale;
  2.  costruire un Movimento Forense di Cittadinanza Attiva Umanitaria - Legge Regione Campania n.12 del 1 luglio 2011.

 1 – Un nuovo modo di svolgere la professione legale

Lo Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI  intende costituire uno studio legale dove gli Avvocati Aderenti mantengono la loro autonomia gestionale e finanziaria ma adottano medesimi segni distintivi (carta intestata, cartelline, etc.) e soprattutto si contraddistinguono per professionalità, competenza e impegno sociale.

Lo Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI  si propone, pertanto, di migliorare la formazione e la preparazione specifica di ogni singolo aderente mediante un continuo scambio di informazioni e soprattutto attraverso uno stretto rapporto con il mondo accademico.

In particolare uno degli obiettivi dello Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI è costituito dalla valorizzazione delle specializzazioni giuridiche mediante specifiche promozioni all’interno della stessa associazione e all’esterno con la presentazione a vari soggetti privati e pubblici, l’organizzazione di seminari e convegni, e la pubblicazione di materiale scientifico.

2 – Costruire un Movimento Forense di Cittadinanza Umanitaria Attiva- Legge Regione Campania n.12 del 1 luglio 2011 - per il raggiungimento del bene collettivo

Lo Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI  vuole caratterizzarsi anche per l’impegno sociale che il network si propone di rivestire.

E’ indiscusso il ruolo che gli avvocati ricoprono nella difficile battaglia per la tutela dei diritti dei cittadini eppure troppo spesso tale ruolo viene offuscato dalle inadeguatezze del sistema Giustizia.

Lo Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI, partendo dallo svolgimento della professione da parte di ogni singolo avvocato, vuole valorizzare il ruolo politico degli avvocati consapevole di quanto questi ultimi possano fare per il raggiungimento del bene collettivo.

In questo contesto si pone anche l’attività dello Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI per il miglioramento del servizio Giustizia, fondata sul continuo dialogo e confronto con tutti i soggetti interessati.

Lo Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI si propone la finalità di promuove l’attuazione del principio di sussidiarietà orizzontale che è prioritariamente diretta al miglioramento del livello dei servizi, al superamento delle disuguaglianze economiche e sociali e alla promozione della cittadinanza attiva umanitaria, intesa come effettiva partecipazione dei cittadini alla organizzazione solidale della comunità, prendendo attivo interesse al bene civico, culturale e morale della stessa comunità e favorendo la collaborazione dei cittadini e delle formazioni sociali, secondo la loro specificità, alla amministrazione paritetica della cosa pubblica, per la valorizzazione della persona e dello sviluppo solidale della comunità. 

Lo Studio Legale AVVOCATI DEI DIRITTI informa, promuove, assiste, tutela, rappresenta e difende i diritti e gli interessi  individuali e collettivi dei  soggetti della sussidiarietà orizzontale che possono svolgere le attività di interesse generale (i cittadini singoli o associati; le famiglie; le imprese; gli agenti del terzo settore), soprattutto a causa della inerzia delle istituzioni rappresentative, inerenti i servizi pubblici sociali, i servizi culturali, i servizi per la valorizzazione del lavoro e dell’iniziativa economica sociale volti al rafforzamento dei sistemi produttivi locali, i servizi alla persona e i servizi di utilità alla generalità dei cittadini e alle categorie svantaggiate, con particolare riferimento a forme di erogazione e svolgimento di servizi che privilegiano la libera scelta e l’autorientamento in una logica di collaborazione e di coamministrazione. 

Cariche sociali

Cariche sociali - AVVOCATI DEI DIRITTI

 STUDIO LEGALE DI CASACONSUMPROPRIETA' CAMPANIA

DIRITTO IMMOBILIARE - DIRITTO CONDOMINIALE - DIRITTO DEI CONSUMATORI  

 

PRESIDENTE:

AVV. IMMACOLATA COCCA

 

SEGRETARIO GENERALE:

AVV. VINCENZO VITIELLO 

 

CONSIGLIERI:

AVV. MARIA ROSARIA SACCO

AVV. GIANVITO GIALANELLA

Statuto

Statuto - AVVOCATI DEI DIRITTI

STATUTO AVVOCATI DEI DIRITTI

ARTICOLO 1 – (Denominazione - Sede)

E’ costituita da Casaconsumproprietà Campania un’associazione denominata AVVOCATI DEI DIRITTI che persegue scopi esclusivamente professionali, sociali e culturali ed è indipendente da ogni partito o associazione politica o sindacale. Con delibera del Consiglio Direttivo potrà essere trasferito l’indirizzo della sede sociale anche presso altro Comune.

AVVOCATI DEI DIRITTI  ha durata illimitata ed elegge la propria sede legale in Napoli alla Via Tino di Camaino n.9. L’indirizzo di Avvocati Dei Diritti può essere variato con semplice delibera del Consiglio Direttivo.  

L’indirizzo web di AVVOCATI DEI DIRITTI  è www.avvocatideidiritti.it.

ARTICOLO 2 – FINALITA’ SOCIALI

AVVOCATI DEI DIRITTI si propone di:

  • favorire lo studio, lo sviluppo e la diffusione del diritto immobiliare, diritto condominiale e diritto dei consumatori e di promuovere lo scambio di idee e di informazioni per agevolare una più stretta collaborazione tra tutti gli operatori del diritto che si dedicano allo studio ed alla pratica di tali discipline;
  • organizzare conferenze ed incontri per agevolare il dibattito, la discussione e la divulgazione dell’informazione in materia, anche in collaborazione con università, scuole di specializzazione, ordini professionali, associazioni di proprietari immobiliari, associazioni di consumatori, di professionisti e di imprese, camere di commercio, istituti di ricerca, organismi istituzionali a livello locale, nazionale ed internazionale ed altri enti ed organismi;
  • curare la formazione professionale anche in collaborazione con i soggetti di cui al precedente punto d) e promuove corsi e seminari sul diritto immobiliare, diritto condominiale e diritto dei consumatori;
  • valorizzare il ruolo professionale e politico che gli avvocati possono ricoprire all’interno della società per il raggiungimento del bene collettivo attraverso la tutela dei diritti umani, sociali e politici, in particolare garantendo il rispetto dei diritti dei consumatori, degli utenti e dei fruitori di qualsiasi servizio pubblico o privato;
  • promuovere l’attuazione del principio di sussidiarietà orizzontale che è prioritariamente diretta al miglioramento del livello dei servizi, al superamento delle disuguaglianze economiche e sociali e alla promozione della cittadinanza umanitaria attiva, intesa come effettiva partecipazione dei cittadini alla organizzazione solidale della comunità, prendendo attivo interesse al bene civico, culturale e morale della stessa comunità e favorendo la collaborazione dei cittadini e delle formazioni sociali, secondo la loro specificità, alla amministrazione paritetica della cosa pubblica, per la valorizzazione della persona e dello sviluppo solidale della comunità; 
  • perseguire la tutela dei diritti attraverso: gli strumenti di tutela giudiziaria o stragiudiziale, il ricorso a forme alternative (ADR) e l’utilizzazione di qualsiasi strumento di tutela sociale;
  • promuovere - di concerto con gli organi istituzionali politici e di categoria e le associazioni professionali- la partecipazione dei propri aderenti alle problematiche afferenti l’esercizio della funzione giurisdizionale, individuando nuove modalità di soluzione dei problemi e di interlocuzione tra le parti;
  • favorire il dibattito sulle tematiche della Giustizia e sul ruolo dell’avvocato in tale ambito;
  • incoraggiare, in un’ottica di esercizio della professione legale caratterizzata da competenze specialistiche, il confronto, la collaborazione, lo scambio di informazioni, l’individuazione di nuovi campi di intervento, la diffusione dei risultati conseguiti;
  • coinvolgere le istituzioni pubbliche e private alla partecipazione ad iniziative aventi carattere di solidarietà e tutela sociale;
  • promuovere l’organizzazione di incontri, dibattiti, convegni, seminari di formazione, pubblicazione di libri, riviste ed articoli aventi ad oggetto le finalità sopra indicate;
  • instaurare un fattivo e permanente confronto con il mondo accademico e della ricerca scientifica sui temi della tutela sociale e giurisdizionale dei diritti.

ARTICOLO 3 - ORGANIZZAZIONE

AVVOCATI DEI DIRITTI per il conseguimento dei propri scopi sull’intero territorio della regione Campania, agisce anche mediante studi legali locali.

La individuazione di tali studi, che sono le sedi secondarie di AVVOCATI DEI DIRITTI e che comporta l’utilizzo dei segni distintivi di AVVOCATI DEI DIRITTI, è sottoposta alla preventiva ed insindacabile autorizzazione del Consiglio Direttivo.

AVVOCATI DEI DIRITTI, attraverso il Consiglio Direttivo, potrà inoltre avvalersi, qualora se ne verifichi la necessità, del supporto organizzativo e logistico di soggetti o società esterne ai suoi organismi ai fini di una migliore riuscita delle proprie iniziative e per l’ottimizzazione delle proprie risorse economiche.

ARTICOLO 4 – SOCI

Potranno essere soci di AVVOCATI DEI DIRITTI tutti gli avvocati, regolarmente iscritti all’ordine di appartenenza, che esercitano la professione legale, denominati “associati”.

Per aderire ad AVVOCATI DEI DIRITTI  in qualità di “associati”, sarà necessario avanzare domanda al Consiglio Direttivo che, ricevuta la domanda, delibererà in merito alla sua accettazione o meno entro centoventi giorni dalla sua ricezione, previa effettuazione di un colloquio. All’accettazione della richiesta di iscrizione, “l’associato” dovrà impegnarsi al rispetto delle norme del presente Statuto nonché delle eventuali ulteriori condizioni indicate dal Consiglio Direttivo quale requisito per la partecipazione alla associazione.

In caso di mancata accettazione della domanda quale “associato”, il Consiglio Direttivo non è tenuto ad indicare i motivi della propria decisione.

La domanda di ammissione all’associazione deve essere accompagnata da autocertificazione sostitutiva di:

• Iscrizione all’albo degli avvocati

• Certificato di residenza

• Attestazione da cui risulti l’assenza di condanne penali da parte di qualsiasi autorità giudiziaria, di non aver in corso alcun procedimento penale o disciplinare e di non aver riportato in precedenza sanzioni disciplinari.

ARTICOLO 5 - PATRIMONIO

Il patrimonio di AVVOCATI DEI DIRITTI  è costituito dai contributi dei soci, dai beni acquistati con questi contributi nonché da eventuali legati e donazioni. La gestione del patrimonio è curata dal Consiglio Direttivo.

ARTICOLO 6 - BILANCI

L’esercizio finanziario dell’associazione ha inizio il 1^ gennaio e termina il 31 dicembre di ciascun anno.

Entro il 28 febbraio di ogni anno il Tesoriere predispone il rendiconto dell’anno precedente ed il preventivo dell’anno in corso da sottoporre all’approvazione del Consiglio Direttivo. Il rendiconto ed il preventivo devono rimanere depositati presso la sede di AVVOCATI DEI DIRITTI per almeno i 15 giorni precedenti alla data fissata per la riunione del Consiglio Direttivo.

ARTICOLO 7 - DIRITTI E OBBLIGHI DEI SOCI

I soci di AVVOCATI DEI DIRITTI, in regola con il pagamento del contributo associativo, godono dell'elettorato attivo e passivo rispetto a tutte le cariche; essi sono tenuti al pagamento di un contributo associativo annuale, nella misura che verrà determinata dal Consiglio Direttivo, e al rispetto degli impegni assunti al momento dell’ingresso dell’associazione, indicati dallo stesso Consiglio Direttivo, nonché all’osservanza delle norme del presente Statuto.

La qualità di socio si perde:

1. per sopravvenuti motivi di incompatibilità;

2. per aver commesso atti in contrasto con le finalità ed il buon nome della associazione;

3. per accertate gravi inadempienze – rispetto agli impegni assunti o a quanto previsto dal presente Statuto - o di sostanziali mutamenti nell’attività dell’associato che rendano incompatibile o pregiudizievole la sua permanenza nell’associazione;

4. per morosità protratta per oltre un esercizio;

5. per recesso, da comunicarsi per iscritto, almeno tre mesi prima dello scadere dell’anno sociale;

6. per la perdita dei requisiti personali e professionali in base ai quali è stata deliberata l’ammissione.

La perdita della qualità di socio è deliberata, previa audizione dell’interessato ed il parere dei probiviri, dal Consiglio Direttivo. Il socio escluso non ha diritto alla restituzione dei contributi associativi versati.

Il socio ha il diritto di utilizzare logo e simboli di AVVOCATI DEI DIRITTI, regolarmente registrato e depositato, nell’esercizio quotidiano della propria attività professionale.

ARTICOLO 8 – ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

Sono organi di AVVOCATI DEI DIRITTI:

A) l’Assemblea dei Soci;

B) il Consiglio Direttivo;

C) il Presidente e il Segretario Generale;

D) il Collegio dei Probiviri;

E) il Comitato Scientifico.

Il componente di qualsiasi organo collegiale che non partecipa, senza giustificato motivo a più di tre riunioni consecutive del consesso di cui fa parte viene dichiarato decaduto dall'organo di appartenenza che provvede alla sua sostituzione.

Gli organi collegiali durano in carica per un triennio e le cariche di cui al comma precedente sono rinnovabili anche consecutivamente.

La rappresentanza legale dell’associazione è conferita, disgiuntamente, al Presidente e al Segretario

Generale.

ARTICOLO 9 - ASSEMBLEA DEI SOCI

L’Assemblea dei Soci è costituita da tutti i soci in regola con il versamento delle quote annuali.

Ogni partecipante all’Assemblea dei Soci ha un voto e non può avere deleghe.

L’Assemblea ordinaria è convocata dal Segretario Generale ogni tre anni per il rinnovamento delle cariche elettive.

L’Assemblea dei soci delibera a maggioranza semplice dei partecipanti.

L’Assemblea Generale straordinaria è convocata su richiesta dei due terzi dei soci per questioni di rilevante interesse associativo.

L’Assemblea Generale, ordinaria e straordinaria, viene convocata dal Segretario Generale con avviso di convocazione spedito al domicilio di tutti i soci, con lettera raccomandata, e-mail, fax o altro mezzo equivalente, o mediante affissione dell’avviso nella bacheca tenuta presso la sede per almeno 30 giorni.

L’Assemblea dei Soci è presieduta dal Presidente e, in caso di impedimento, dal membro più anziano del Consiglio Direttivo. Il Presidente dell’assemblea di turno nomina il segretario dell’assemblea per la redazione del verbale.

Spetta all’assemblea:

1. fornire le indicazioni per l’attuazione degli scopi sociali;

2. eleggere ogni 3 anni due componenti del Consiglio direttivo.

L’assemblea stessa può procedere inoltre su indicazione del Consiglio alla nomina di un Presidente onorario di elevato spessore morale e professionale.

ARTICOLO 10 - CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è composto da almeno 5 membri fino a un massimo di 11, compresi il Presidente, il Segretario Generale ed il Tesoriere. Ne fanno parte di diritto, senza limitazione di durata, i cinque soci fondatori e due nominati ogni tre anni dalla assemblea dei soci.

Il primo Consiglio Direttivo è costituito dai soci fondatori e durerà in carica tre anni.

Il Consiglio Direttivo elegge al suo interno:

a) il Presidente;

b) il Segretario Generale;

c) il Coordinatore del Comitato Scientifico.

Il Consiglio Direttivo può eleggere un Tesoriere ed individuare responsabili di singole attività, progetti, incarichi anche non appartenenti al Consiglio stesso.

Il Consiglio Direttivo:

a. determina la politica associativa;

b. indica le linee programmatiche di AVVOCATI DEI DIRITTI;

c. approva annualmente il rendiconto annuale ed il bilancio di previsione predisposto dal Tesoriere;

d. apporta eventuali modifiche allo statuto con la presenza di almeno 8 membri che deliberano con il voto favorevole di almeno 6 membri;

e. delibera in ordine alle nuove domande di adesione all’associazione;

f. stabilisce annualmente i contributi associativi;

g. decide inappellabilmente senza formalità e secondo equità su eventuali esclusioni dei soci;

h delibera in merito alla eventuale assunzione di collaboratori, assegnazione di consulenze e attività di tutela legale, decidendo i relativi compensi.

Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno tre volte l’anno per la programmazione, la discussione e la verifica delle iniziative associative. La riunione dovrà essere convocata dal Segretario Generale almeno 10 giorni prima della relativa seduta con lettera raccomandata, e-mail, fax o altro mezzo equivalente, ovvero mediante affissione dell’avviso nella bacheca tenuta presso la sede per almeno 10 giorni. In caso di urgenza il termine di convocazione può essere ridotto a 5 giorni.

Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente o da uno dei componenti del Consiglio indicato dal Presidente medesimo.

Nel caso in cui vengano meno nel corso del mandato uno o più membri del Consiglio Direttivo, i consiglieri mancanti potranno essere cooptati dal Consiglio stesso.

Le deliberazioni sono validamente adottate con la presenza di almeno sei membri e la maggioranza dei presenti.

ARTICOLO 11 – Presidente

Il Presidente predispone la relazione annuale da sottoporre al Consiglio Direttivo.

Il Presidente dura in carica tre anni e può essere rieletto.

ARTICOLO 12 – Segretario Generale

Il Segretario Generale:

- coordina e promuove, con l’ausilio del Consiglio Direttivo, nel quadro delle disposizioni statutarie, delle scelte dell’Assemblea dei Soci e delle indicazioni del Consiglio Direttivo;

- esercita una funzione generale di verifica unitamente al Consiglio Direttivo sulle sedi locali di AVVOCATI DEI DIRITTI, sospendendo le relative attività nelle ipotesi di grave contrasto con l’indirizzo dell’associazione riferendone al Consiglio Direttivo che delibera su sua proposta;

- avvia le procedure disciplinare per l’esclusione dei soci, disponendone eventualmente la sospensione temporanea.

ARTICOLO 13 - COMITATO SCIENTIFICO

I membri del Comitato Scientifico ed il suo Coordinatore sono eletti dal Consiglio Direttivo. Il Comitato si occupa dello studio dei diritti sanciti nello Statuto e cura i rapporti con il mondo accademico.

ARTICOLO 14 - COLLEGIO DEI PROBIVIRI

Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri eletti, ogni triennio, dall’Assemblea dei Soci su proposta del Presidente. Il collegio dei probiviri dura in carica un triennio.

Il Collegio elegge al suo interno un Presidente e giudica inappellabilmente, senza formalità e secondo equità, quanto attiene all’osservanza del presente Statuto.

ARTICOLO 15 - DURATA

AVVOCATI DEI DIRITTI ha durata illimitata e il suo scioglimento può essere deliberato dal Consiglio Direttivo a maggioranza dei due terzi dei suoi componenti il quale provvederà e delibererà in ordine alla devoluzione del patrimonio.

ARTICOLO 16 - RINVIO

Per tutto quanto non previsto nel presente Statuto si fa riferimento al codice civile e alle disposizioni di legge in materia.

AVVOCATI DEI DIRITTI

[an error occurred while processing this directive]